Per inserire un progetto registrati

CORe-Comunità in Ricerca dei non Luoghi

“CORe-Comunità in Ricerca dei non luoghi” è una sfida di riscoperta e valorizzazione dell’identità sociale e culturale della Comunità di Santeramo in Colle. Il progetto, attraverso un approccio integrato e multisettoriale, vuole promuovere alcuni “non luoghi”, fisici e no, della Città. “I non luoghi sono quegli spazi contrapposti ai luoghi antropologici, quindi, tutti quegli spazi che hanno la prerogativa di non essere identitari, relazionali e storici”, così scrive il noto politologo Marc Augè. CORe vuole ribaltare il senso e il significato di “non luogo”, riscoprendo 9 posti, luoghi o cose che nessuno abita o che in pochi conoscono nella Città. Sarà così articolato: Coordinamento e Monitoraggio. Costituzione di un coordinamento operativo, con la partecipazione di un rappresentante per associazione ed ente partner. Comunicazione. Promozione di una strategia di comunicazione. Nel primo mese sarà organizzata una conferenza stampa. Alla fine del progetto, sarà realizzata una conferenza di diffusione risultati. Laboratorio di Memoria collettiva. Saranno realizzati 5 incontri da 1h, in cui si farà memoria, con aneddoti dei 9 “non luoghi” individuati: P.zza Chiancone; Ex Monastero-rudere nel centro storico; Tesoro di Sant’Erasmo; Cantina di Prucnedd; Bene Confiscato alla Mafia; Boschetto della Pietà; Vecchio cinema; Ex Facciata del Sacro Cuore, Cartina storica. Il laboratorio avrà una metodologia partecipata, in cui i beneficiari, potranno confrontarsi con un esperto locale. Laboratorio Dove Vuoi. Si terranno 10 incontri da 1h rivolti a tutta la Comunità, in particolare a famiglie e bambini. In questi incontri coadiuvati da due artigiani locali, i beneficiari daranno vita a piccoli arredi urbani da posizionare dinanzi o a lato dei “non luoghi”. Laboratorio Scrittura creativa e lettura ad alta voce. Ad aprile, maggio e giugno i bambini dagli 8 agli 11 anni realizzeranno dei racconti e delle storie creative dei “non luoghi” individuati. I testi prenderanno vita anche attraverso la parola. Verranno realizzate delle registrazioni con i racconti scritti, da inserire e posizionare sugli arredi con l’utilizzo di un Qr Code. PerCORe. La Comunità sarà invitata a partecipare a tre percorsi a piedi, lungo i “non luoghi” individuati. Nei mesi di agosto, settembre e ottobre saranno realizzati i tre percorsi in contemporanea a tre spot. Spot 1. Una Piazza. Sarà organizzato un pomeriggio di animazione culturale, in contemporanea alla passeggiata PerCORe, in P.zza Chiancone. Sulla pietra, sarà realizzata un’opera di contaminazione artistica, utilizzando vernice e bombolette facilmente lavabili. L’opera di street art rappresenterà il vecchio abitato del 1300 di Santeramo in Colle. Spot 2. I Tesori nascosti. Un pomeriggio di gioco per bambini dagli 8 agli 11 anni. Verrà ideata una caccia al tesoro tra i vicoli e la Parrocchia “Chiesa Madre”, in cui scoprire il tesoro di Sant’Erasmo, patrono della Città. Spot 3. La Cantina. Durante PerCORe, sarà riaperta una storica cantina, luogo enogastronomico e di svago per tutta la Comunità. In questa circostanza, sarà realizzata una degustazione di prodotti tipici locali e uno spettacolo artistico di danza contemporanea in un luogo, unico nel suo genere. Spot 4. Bosco della Pietà. Verrà ripulito il Bosco della Pietà, ex lebbrosario del 600. Lo Spot 4 prevederà, oltre ad un’azione green e sostenibile, anche un pomeriggio di gioco e a contatto con la natura pe bambini e famiglie. Spot 5. Vecchie Visioni. Sarà organizzata una serata di ricordi, grazie alla visione di un documentario sulla storia di Santeramo sino ad oggi. La serata nell’ex cinema all’aperto, pensata per giovani e adulti, sarà condotta da un esperto cinematografico. Spot 6. Ti presento. Sarà organizzata una serata di chiusura, in cui sarà esposta nella Parrocchia del “Sacro Cuore” una vecchia cartina degli anni 50, oggi nella Sala del Sindaco. Inoltre, sarà l’occasione per tirare le fila, con il supporto di un valutatore d’impatto sociale.