Per inserire un progetto registrati

Legami Generativi

Vota il progetto: 
2.75
Average: 2.8 (2 votes)
Legami GENERATIVI, è un progetto nato dall’idea dell’equipe Mlac dell’Arcidiocesi Rossano Cariati già al terzo progetto di alternanza scuola lavoro in 2 anni di servizio. Raccogliere la storia di vita di un anziano è un modo originale ed efficace di rafforzare e creare nuove relazioni intergenerazionali, di contrastare l’isolamento e di condividere l’emozione della vita vissuta insieme agli altri. A tale scopo, si è pensato di realizzare questo percorso di alternanza scuola lavoro con alcuni ragazzi del liceo socio economico di Corigliano-Rossano. Il progetto prevede la formazione di un gruppo di ragazzi/biografi-ascoltatori che avranno il compito di raccogliere la storia di vita di anziani della nostra comunità utilizzando la scrittura come strumento che facilita l'incontro, la conoscenza e l'avvio di relazione/legame con l'anziano che a loro si racconta, per poi trasformare questi racconti in fiabe per bambini e giovani. Il progetto si occuperà della formazione dei ragazzi-scrittori e dei ragazzi- artisti grazie all’ausilio di formatori professionali, essi si dedicheranno alla raccolta e alla trascrizione dei racconti degli anziani e immortaleranno attraverso i disegni e fotografie i segni del tempo e i relativi racconti. Gli ospiti delle strutture del territorio saranno cosi incoraggiati a raccontarsi, ad affidare ai giovani il racconto della propria esistenza. Vicende che non si trovano nei libri di storia. La realizzazione di questo progetto produrrà effetti positivi per quanto riguarda la dimensione socio psichica dell’anziano contribuendo a contrastare quel senso di solitudine, di emarginazione sociale, di inutilità e di disagio spesso avvertito nel periodo della terza età potenziando le relazioni intergenerazionali, promuovendo la costruzione di momenti di confronto e di incontro tra gli anziani e le generazioni più giovani. Dall’altro lato, l’idea è quella di valorizzare l’eredità della tradizione, trasmettere un importante messaggio alle nuove generazioni, quello della riscoperta di insegnamenti che solo gli anziani possiedono. Le fasi del progetto possono essere così riassunte: 1. Registrazione audio dei colloqui, fra ragazzi ed anziani, e trascrizione; Gli anziani saranno invitati a parlare dei loro ricordi e dei loro interessi, ed i ragazzi registreranno in “pillole” di pochi minuti le interviste. Spesso raccontano storie di vita e di morte, di guerre e di miseria, di leggende e di mistero, ma anche storie di momenti spensierati, di usi-costumi, di tradizioni, di solidarietà, di credenze. 2. Rielaborazione delle informazioni raccolte sotto forma di racconto/fiaba per bambini e giovani I racconti degli anziani verranno quindi trasformati, in fiabe per bambini. Una concentrazione di ricordi, sentimenti e speranze tradotti in favole per l’infanzia che, oltre a portare con sé la magia della fantasia e dell’incanto, trasmetteranno un importante messaggio di saggezza e conoscenza: quella legata all’esperienza della vita reale, delle esistenze vissute. 3. Realizzazione, a corredo delle testimonianze raccolte, da parte dei ragazzi , un “Racconto per immagini” della loro storia di vita. Scritti ed immagini rielaborati andranno così a creare un libro finale che verrà “indirizzato” non solo al legittimo proprietario-narratore ma anche alla collettività in quanto rappresentazione della stretta relazione tra la storia individuale e quella collettiva. Sarà oggetto di presentazione al pubblico e contemporaneamente di una mostra il cui ricavato di vendita verrà utilizzato per finanziare il prossimo percorso di alternanza scuola-lavoro 2019/2020
Total votes: 2